Turismo Catania » Il Territorio » I 58 Comuni

I 58 Comuni del territorio della Provincia di Catania

  Il Comune di Sant'Agata Li Battiati

Comune di

SANT'AGATA LI BATTIATI

 

 

190px-SantAgata_li_Battiati_svg.png

 

1Chiesa_Madre_prospetto_A.jpg

 

2Chiesa_Madre_campanile_A.jpg

 

3Chiesa_Madre_portale1_A.jpg

 

4Chiesa_S_Michele_Arcangelo_A.jpg

 

5Chiesa_S_Michele_Arcangelo_timpano_A.jpg

 

 

Distanza da Catania:.8 Km

 

Viabilità e collegamenti: Autostrada A 18 Me-Ct, uscita S. Gregorio, direzione S. Gregorio strada per S. Giovanni La Punta-Tremestieri-Sant'Agata Li Battiati.

 

Altezza s. l. m.: 320 metri.

 

Abitanti: 10.378 (denominati battiatoti).

                  Dati censimento 2001

 

Origini e storia

Il paese è situato in un'area che presumibilmente al tempo della conquista normanna ospitava un fitto bosco, privo di nuclei consistenti di abitazioni. La prima colonizzazione del bosco fu affidata ai monaci benedettini. Una colonizzazione più intensa si ebbe nei secoli XIII-XIV, grazie alla fine della guerra angioino-aragonese e all'incremento della popolazione. Si può far risalire al '300 la nascita di centri abitati nel bosco etneo, poichè in questo periodo sono attestate le fondazioni delle chiese a cui facevano capo. Per il comune di Sant'Agata, il primo verbale che cita una chiesa con questo nome risale al 1634, questo escluderebbe l'ipotesi che il toponimo "Sant'Agata" derivasse dall'episodio prodigioso, narrato dal Fazello,  del miracoloso Velo  della Santa, che avrebbe bloccato  la colata lavica dell'eruzione del 1444. In quell'occasione i fedeli avrebbero eretto in quel punto una icona e, successivamente, una Cappella con un Fonte Battesimale.

All'inizio del XVII secolo una grave crisi economica, che coinvolse tutta la Sicilia, portò alla vendita dei "casali", Sant'Agata fu venduta ad Andrea Massa. Nel 1652 Catania riuscì a riacquistare i suoi casali, ma li perdette nuovamente due anni dopo. Solo nel 1812 le "terre", tra le quali Sant'Agata, divennero comuni.

Dopo l'unità d'Italia venne aggiunta la specificazione "Li Battiati", probabilmente dal cognome di molti abitanti del comune, per evitare confusione con altre località omonime.

 

Archeologia:

 

Architettura:

Chiesa Madre (dedicata a San Lorenzo), Chiesa di Sant'Agata del XV secolo, Chiesa di San Tommaso, Chiesa di San Michele Arcangelo.

 

Territorio geologico, naturalistico e paesaggistico:

 

Feste e folklore:

Festa di San Lorenzo

 

Gastronomia:

 

Musei, biblioteche e archivi: Biblioteca della parrocchia San Tommaso dei martiri inglesi.

 

Personaggi:

 

Prodotto tipico - Artigianato:

 

Indirizzi utili:

Municipio: via Bellini 1, tel. 095 7501111.

 

 

Bibliografia:

AA.VV., Sant'Agata li Battiati. Storia, iconografia, devozioni, Catania 2002