Oggi 19/08/2017 ore 22:42

Turismo CataniaIl Territorio I 58 Comuni

Scheda informativa del Comune di Giarre


Comune di Giarre

Altre informazioni

  • Viabilità e collegamenti:

    Autostrada A18 Catania - Messina uscita Giarre, proseguire sulla S.S. 114 Orientale Sicula.

  • Altezza s. l. m.:

    81 metri.

  • Distanza da Catania:

    30 Km.

  • Abitanti:

    26.357 (denominati Giarresi).
    Dati censimento 2001

Origini e storia:


Significativi reperti archeologici denotano delle origini molto antiche della città di Giarre. Nell'area geografica che comprende i comuni di Giarre, Riposto, Mascali, si insediò la città greca di Callipolis, che prosperò fino all'epoca romana, da molti studiosi identificata con Giarre.
Il nome attuale di Giarre dovrebbe avere origini arabe e derivare da 'giara', tipico contenitore di terracotta utilizzato per la conservazione di olio, vino e grano. Il suo sviluppo come centro urbano vede come protagonista il vescovo conte Nicola Maria Caracciolo che, nel 1558, si attivò per rendere vivibile una borgata dominata da paludi e boschi improduttivi. Acesi e messinesi investirono in queste terre i loro capitali e in poco più di un secolo furono trasformate in vigneti. In seguito al terremoto del 1693 la strada consolare che isolava il paese da Catania e Messina fu spostata verso mare e Giarre divenne un centro di benessere.
Agli inizi dell'Ottocento ebbe termine la secolare lotta tra Mascali e Giarre per il controllo del territorio e nel 1815 il grazioso centro, assieme all'attuale Riposto, ottenne l'autonomia amministrativa; i due paesi furono separati nel 1841, e poi riuniti sotto un'unica amministrazione nel periodo 1939-1945 col nome di "Ionia". Nel settembre del 1945 Giarre e Riposto furono dichiarati nuovamente divisi.


Archeologia:

 

Strettamente legato alla Chiesa è il Camposanto Vecchio, ipogeo con le antiche cripte della Chiesa di Sant’Agata e di Sant’Isidoro.
Architettura:
L’arteria principale di Giarre è la via Callipoli, zona costituita da strade in basolato lavico e fiancheggiata da residenze signorili edificate tra l’Ottocento e il Novecento. Tra tutti sono degni di nota il Palazzetto Bonaventura al n. 170 in stile liberty e il Palazzo Quattrocchi al n. 154 con decorazioni in stile moresco. Sempre in stile liberty ricordiamo Palazzo Macherione (1792) e Palazzo Bonanno.


CHIESE


Chiesa Madre
Dedicata a Sant’Isidoro Agricola, patrono della città, sorge nella splendida piazza omonima.
L’imponente costruzione neoclassica ebbe inizio nel XVIII secolo nei pressi di una precedente chiesa dedicata a S. Agata e S. Isidoro, fu aperto al culto nel 1818 e per il corso di tutto l'Ottocento fu soggetto a numerose modifiche.
Chiesa del Convento
La chiesa degli Agostiniani Scalzi, è uno degli edifici sacri più antichi della città. Risalente alla seconda metà del '700, deve la sua denominazione al fatto che, a lato di questa, sorgeva il convento dei padri Agostiniani Scalzi di Valverde, modificato nel corso dei secoli ed oggi divenuto il Palazzo delle Culture. La chiesa è da lungo tempo interdetta al culto.
Santuario di Santa Maria La Strada
Fu edificato nel 1081, nella contrada che lo ospita, per volontà del Conte Ruggero che così volle ringraziare la Madonna per la sua vittoria sui Saraceni.

MONUMENTI

  • La Fontana del Nettuno
  • Monumento ai Caduti
  • Pozzo di Ruggero il Normanno

 

Feste e folklore:


Festa del patrono Sant' Isidoro; Mostra dell'Artigianato; Sagra delle ciliegie e delle rose; Festa dei fiori.


Musei, biblioteche e archivi:


Museo Usi e Costumi delle Genti dell’Etna
Lungotorrente Emanuele Filiberto – Macchia di Giarre
Tel. 095.963504 - Fax 095.963258
www.comune.giarre.ct.it
ufficio.musei@comune.giarre.ct.it
Il Museo è aperto su prenotazione dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.30; lun. e giov. dalle ore 16.00 alle ore 18.00.


Teatro-Museo dei Pupi Siciliani
presso Pro Loco Giarre
Piazza Monsignor Alessi, 8
www.prolocogiarre.it
prolocogiarre@virgilio.it
Tel. 095.9704257– Fax 095.7798557
Il Museo resta aperto: tutti i giorni ore 9.00/13.00 – 16.00/20.00


Museo del Presepio
presso Associazione Italiana Amici del Presepio - Sezione di Giarre
Via Meli, 3 – 95014 Giarre (CT)
Tel e Fax 095.934265 – cell. 328/4715123
www.museodelpresepiogiarre.org
info@museodelpresepiogiarre.org
Il Museo resta aperto:
Dall’8 Dicembre al 6 Gennaio: tutti i giorni ore 16.00/19.30
Dal 7 Gennaio al 7 Dicembre: merc. ed i giorni festivi: ore 17.00/19.00
CHIUSO NEI MESI DI LUGLIO ED AGOSTO
Per visite fuori orario chiamare l’infoline


Acquario Mediterraneo
Piazza Mazzini, 1
Tel. 095.9702069; fax 095.7306052
www.cutgana.it/acquario/index.html
Cutgana (infoline 095.312104, fax 095.7306052)
Orari di apertura:
dal mart. al sab. ore 9.00/13.00 - ore 15.00/18.00
dom. ore 9.30/13.30 – ore 15.00/18.00
LUNEDI’ CHIUSO


Museo Etneo delle Migrazioni
presso Palazzo delle Culture
Piazza Macherione, 1
Tel. 095.963504 - Fax 095.963258
www.comune.giarre.ct.it
ufficio.musei@comune.giarre.ct.it
Orari di apertura:
dal lun. al ven. ore 9.00/13.00
lun. e giov. ore 16.00/18.00


Museo San Felice da Nicosia
presso Parrocchia San Francesco
Via Maria del Carmelo, 1/a
Tel. 095.931533 - Fax 095.938156
www.parrocchia-sanfrancesco.191.it
sandia08@parrocchia-sanfrancesco.191.it
Aperto su prenotazione


Economia, prodotti tipici, artigianato:


L'ingresso della città presenta svariate botteghe, dove si possono acquistare prodotti artigianali in terrracotta ed in ferro battuto, tra cui tipici attrezzi contadini dell'Ottocento.

 

Bibliografia:

  • S. Fresta, Le Chiese di Giarre, Comune di Giarre 2000.
  • P. Barbagallo Coco, Giarre: ieri e oggi, Acireale 1973.
  • P. Barbagallo Coco, Giarre e la sua storia: dalle origini ai nostri giorni, 1980.
  • V. Di Maggio, L'artigianato nella storia di Giarre, 1990.